The Walking Dead

The Walking Dead S4 Ep8 – Indietro non si torna

da wikimedia commons

Finale di mezza stagione su cui c’è da dire poco e niente, ormai dalla seconda stagione TWD si trascina in un vuoto assoluto, i personaggi sono privi di spessore e fastidiosi, inevitabilmente si tifa per il “cattivo” di turno sperando che faccia fuori tutti, per poi scoprire che anch’egli è altrettanto fastidioso, restano solo gli zombi che in tutta situazione giocano sempre un ruolo marginale. Come detto da qualcun’altro il bello del fumetto da cui è tratto questo telefilm è che tutto è incerto ogni personaggio per quanto importante può morire in qualunque momento e nella maniera più stupida, qui essendo i personaggi degli attori la loro morte deve essere epica o eroica e possibilmente avvenire in momenti importanti della stagione (il finale a metà o quello vero), cosa comporta ciò? Un’assenza di contenuti negli altri episodi, quindi un’orgia degli stessi in alcuni momenti con il rischio che vengano buttati là senza preoccuparsene troppo.

Nello specifico in questa stagione vediamo lo svilupparsi di un epidemia e il ritorno del governatore, l’idea dell’epidemia era anche buona se non si fosse risolta solo nell’inutile macellazione della carne da cannone di cui siamo abituati dai tempi di star trek, ma che importa se muore sempronio? è dei protagonisti che mi affeziono e temo per la loro vita, è quando c’è quest’incertezza che lo show diventa interessante, ma qui i protagonisti vivono della sindrome di superman che non può morire e non può fallire. Glenn si è ammalato? tranquilli un paio di puntate e tornerà di nuovo in forma, si ammala il dottor xy? scavate pure la fossa. L’epidemia solleva anche dei dubbi morali, che in TWD ci sono sempre stati ma che vengono presto snobbati: Rick ha sì fatto fuori in passato qualche bambina zombie, si è chiesto se far fuori i prigionieri o il suo amico, ma niente di tutto ciò è avvenuto a sangue freddo, è successo sempre qualcosa che ha mutato la situazione. C’è una certa dicotomia in questo telefilm tra bene e male, Carol (sarà vero?) ha ucciso per salvare la gente da un’infezione? non c’è posto per lei nel gruppo, chi uccide a sangue freddo è un cattivo inevitabilmente. Il governatore è infatti proprio l’esatto opposto, uccide a tradimento per impossessarsi delle risorse, afferma di farlo per la sua gente ma non c’è dubbio che lo faccia solo per soddisfare il proprio ego. Tuttavia il governatore in questa quarta stagione è stato il personaggio più interessante purtroppo in TWD non c’è troppo spazio per le sfumature se sei cattivo ti dimostrerai  sempre essere un cattivo senza pietà, addirittura in modo didascalico: Rick nell’ultima puntata offre una tregua, ma non c’è spazio per la tregua nel cuore dell’antagonista. E chi sta con lui muore nella maniera più cretina possibile, sparando centinaia di colpi e uccidendo solo una comparsa probabilmente pure malata… puoi essere più numeroso, meglio equipaggiato ed avere pure un carrarmato; non importa, solo le tue scelte morali contano.

E gli zombi? Gli zombi ci sono, come una forza della natura, un mare in tempesta che in verità è solo un blando temporale, servono a giustificare l’umanità sotto scacco ma la verità è che non fanno più paura a nessuno.

Annunci
Standard

One thought on “The Walking Dead S4 Ep8 – Indietro non si torna

  1. Pingback: The Walking Dead S4 Ep9 – Smarriti | Lo specchio ustorio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...