pittura

Susanna e i vecchioni

Uno dei soggetti più comuni nella storia dell’arte è Susanna e i vecchioni, numerosi artisti nel corso dei secoli si sono cimentati nella sua realizzazione regalandoci un ampio ventaglio di varianti. L’episodio biblico parla di due vecchi appena nominati giudici che spiano la figlia di un loro amico mentre si faceva il bagno, colti dalla lussuria tentano di farla giacere con loro, al rifiuto di questa l’accusano di adulterio. In seguito i due verranno smascherati e Susanna eviterà la condanna a morte. Il soggetto è stato riproposto spesso poiché il soggetto prevede una nudità femminile, in un epoca in cui la chiesa era restrittiva questo episodio biblico rappresentato su tela era una buona scappatoia per avere un quadro a sfondo erotico in casa, non a caso il soggetto è esclusivamente commissionato da privati. La realizzazione per questi motivi varia moltissimo, anche se la scena principale è più o meno sempre la stessa: Susanna che si fa il bagno ghermita (ma talvolta solo spiata) da due vecchi. A conoscerne solo l’episodio senza contestualizzarlo adeguatamente stupisce il fatto di quanto spesso Susanna non appaia spaventata ma lusingata se non ben disposta alle proposte e ai palpeggiamenti dei vecchi. Milo Manara ipotizza in un suo fumetto che Paolo Veronese, che ha dipinto il soggetto innumerevoli volte si sia autoritratto nelle figure di uno dei vecchi, proseguendo questo gioco è impossibile non citare Artemisia Gentileschi che vittima di uno stupro ha probabilmente ritratto nelle figure dei due giudici suo padre e il suo violentatore, da notare anche che Susanna nell’opera è quasi soffrente e non solo spaventata o preoccupata. Una delle mie realizzazioni preferite è quella di Guido Reni, assolutamente ambigua, il volto di Susanna è indeciso, sa che deve rifuggire i vecchi ma sta ancora lì ad ascoltare le loro intenzioni (forse lusingata), le facce dei vecchi sono quelle di uomini che intravedono ancora una speranza di successo nelle loro intenzioni. Non sarà la più fedele delle rappresentazioni ma sicuramente ha molto da dire.

Il quadro di Guido Reni.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...