cartoni, film d'animazione digitale

Frozen – perché è così bello

Le due protagoniste del film.

Frozen – Il regno di ghiaccio è il cinquantatreesimo classico della Disney, è un film animato al computer liberamente tratto (molto liberamente) dalla fiaba di Andersen La regina delle nevi. La storia tratta di due sorelle, l’una principessa e l’altra regina, di cui una è dotata del potere magico di ghiacciare tutte le cose, una sorta di tocco di re Mida ma più controllabile e altrettanto inutile. Quando questa sorella, la regina, sarà costretta a fuggire additata come mostro l’altra partirà alla sua ricerca per portarla a casa, nel frattempo il regno vivrà un inverno estivo e la principessa rischierà di morire congelata e potrà essere salvata solo dal vero amore. Raccontata in soldoni la trama non ha nulla di innovativo rispetto a qualsiasi altro film della Disney e all’inizio pare proprio così, classica storia d’amore a prima vista, una grande quantità di canzoni (ne ho contate cinque nei primi venti minuti ma in totale sono trentadue), genitori che muoiono in un viaggio in nave ecc. Andando più avanti le cose cominciano a farsi un po’ più interessanti, appare chiaro che il vero amore non era quello a prima vista e che il ragazzo povero ma buono è l’unico che alla fine meriterà di sposare la principessa. Prendendo questo per buono, durante il film, viene da chiedersi come un ragazzo così bello e sincero come il nobile che corteggiava la principessa possa essere messo da parte, a rincarare la dose il nobile parte in soccorso della principessa rivelando la sua bontà d’animo. Finchè, colpo di scena, si rivelerà essere malvagio, cosa stranissima in quanto i malvagi dei film Disney sono “strillati” già dall’aspetto dall’inizio del film. Ma la Disney non si ferma e va oltre, il vero amore che salverà la principessa sarà quello tra le due sorelle non quello tra uomo e donna, d’altra parte viene anche palesato che è la fame di amore della principessa ad averla ingannata, come potrebbe quindi essere sicura che il suo primo amore sia quello definitivo? Non ci sono nozze a coronare la storia ed è meglio così, la ragazza è quindi protagonista della storia e non trova la sua ragione d’essere solo in quanto compagna di un uomo. Superfluo parlare della realizzazione grafica, della resa della neve, della scenografia, del pupazzo di neve che fa da spalla ecc. sono come al solito di grande qualità. Una menzione speciale per la renna che non è un animale parlante ma “parla” lo stesso. Ottimo.

Annunci
Standard

One thought on “Frozen – perché è così bello

  1. Pingback: Brave | Lo specchio ustorio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...